domenica 25 marzo 2007

Finalmente si parte

Dovevamo partire ieri per una settimana di ferie, un giro per il Piemonte con il nostro camper, invece abbiamo dovuto rimandare per vari problemi: patertenza prevista domenica ore 14:00 circa.
Siamo pronti si parte?
Sì tutto ok accendo il camper per farlo scaldare mentre tu metti a posto le ultime cose.
bene!!!
Ma Vasco, il camper, borbotta borbotta, ma non si accende eccecavolo!!!!
Per fortuna che nostro cognato è meccanico. Il melamarito (Mauro) lo chiama riesce a mettere in moto e va da lui col possente mezzo mentre io mi metto qui a navigare un po', con poche speranze per la partenza, invece squilla il telefono è lui:
che dici?
tutto a posto?
Si parte?!?!?
Evvai!!!! Spengo tutto e vado!!!!!!!!!!!!

giovedì 22 marzo 2007

L'imbarazzo del pagamento

Ieri sono andata alla mia lezione di chitarra.
Che bello.
Come sto bene quando vado a lezione.
Il maestro,Roberto Casi cantante lirico, è una persona speciale, è così paziente con me.
Io ho poco tempo per studiare, ma lui non mi brontola, nonostante la prima mezzora si perda per riprendere la mano alla chitarra, poi spesso non trovo la concentrazione e si perde altro tempo, ma lui cerca sempre di aiutarmi, cerca sempre nuovi metodi per farmi entrare nel ritmo, per farmi capire tutto.
Si crea un intesa, adesso poi che un po’ riesco a suonare, lui inizia un brano io prendo il ritmo e “mi attacco” e continuiamo a suonare insieme, tutto ciò mi da molta soddisfazione.
Però quando finisce la lezione mi succede di provare un certo imbarazzo al momento del pagamento, mi sembra di rompere un qualcosa che si è creato durante quelle due ore.
Quando ognuno sistema la propria chitarra, si mettono a posto i fogli e si continua a parlare io devo tirare fuori i soldi e darglieli, questo gesto mi infastidisce.
Penso che comincerò a pagare appena arrivo così mi levo il pensiero e al momento di andare non mi rovino la serenità trovata.

martedì 20 marzo 2007

Fare un’esperienza rinunciare ad un’altra

In realtà… rinunciare ad altre.
Capitano giornate o fine settimana in cui ci sono tanti impegni a cui si vorrebbe partecipare, ma non si può.
Quello appena passato era uno di questi.
- Convegno nazionale a Roma del Movimento Apostolico Ciechi (MAC – associazione dove faccio volontariato) con udienza dal Santo Padre.
- Raduno del Forum del “Ruggito del coniglio” a Bologna
- Conferenza degli astrofili aretini con annessa osservazione del cielo profondo a Stia.
La scelta è stata semplice, cioè il primo impegno è stato fissato 6 mesi fa…c’era poco da scegliere…
Quando ho saputo che in quella data ci sarebbe stato anche il raduno coniglio ho rosicato, ma oramai…veramente mio marito aveva proposto un rapido spostamento Arezzo-Roma-Bologna (passando per Stia), ma via come si fa… e poi ci sono i bambini. Non me la sono sentita di farli scorrazzare su e giù per l’Italia per i miei capricci.
L'esperienza è stata piacevole e poi abbiamo rivisto amici di Roma che non vedevamo da tempo, oggi però dopo aver visto qualche foto e sentito qualche commento sul raduno-coniglio mi sarei mangiata le mani, quasi quasi mi viene da piangere, ma tanto ormai è andata.
Il prossimo raduno me lo godrò alla grande sarà stupendo, lo so!!

giovedì 15 marzo 2007

Pronti, attenti...VIAAAAA

Da qualche giorno ci penso, al blog voglio dire, ho visto quelli delle mie amiche e mi sono piaciuti.
Mi è subito venuta voglia di diario. (Se vado in soffitta di certo ritrovo quelli di quando ero ragazzina...che nostalgia...).
Oggi volevo fare un commento ad un post e potevo farlo solo se registrata quindi ho fatto il grande passo ed ho iniziato questa nuova avventura, assolutamente all'oscuro di come si debba fare...be' imparero!