martedì 24 aprile 2007

Comincia l'orto

Ieri abbiamo dissodato il terreno, stasera andrò a comprare le piantine e domani le metterò a dimora...non vedo l'ora!!
Purtroppo la luna è crescente e quindi non buona. Per seminare dovrò aspettare la prossima settimana...pazienza!!!

domenica 22 aprile 2007

Il cielo



Ieri pomeriggio e sera, c'è stata una iniziativa del "Nuovo Gruppo Astrofili Aretino" con osservazione di venere-luna saturno e anche il sole nelle ore di giorno. Cavolo, sono ragazzi più giovani di me ed hanno delle strumentazioni fantastiche, telescopi che permettono di fare foto come questa.

Ieri sera ho visto saturno così, dentro l'oculare di un telescopio da dentro la città, anzi dal piazzale illuminatissimo di un ipermercato!! Come sarà da un posto buio? In effetti non era proprio così la divisione Cassini tra gli anelli era appena percettibile, ma il colpo al cuore quando ho messo l'occhio sullo strumento e ho visto questa meraviglia è stato grande lo stesso.

Io col mio piccolo telescopio da bambini, che mi sono guardata bene dal portare, ero riuscita a malapena ad ossevare la Luna, che in effetti non è molto diversa che vista con quei cosi esagerati, ma il resto... non vedo l'ora di poter andare con loro a fare delle osservazioni serie in montagna...

sabato 21 aprile 2007

Avevo ragione ma...

Ieri sera quando Edu è tornato dalla gita gli chiedo se ha riportato tutto.
Acc... mi devo ricredere non ha perso nulla!!! Anzi ha ritrovato anche il braccialettino per il mal d'auto, avevo ragione io era in giro per l'aula!!!
In quella stanza ci devono essere gli spiriti che si divertono a fargli gli scherzetti, visto che spesso gli spariscono le cose, ma raramente ricompaiono...mi tocca rassegnarmi.

venerdì 20 aprile 2007

Figlio in gita

Oggi Edu è in gita.
Firenze, visita alla redazione de "La nazione" e del tg3 regionale, poi Boboli.
E' dall'ultimo anno all'asilo che va in gita quindi oramai non mi preoccupo quasi più.
Però devo dire che lui è proprio gnoccolone!!!!
Lo avevo fornito di braccelittini contro il mal d'auto, li usa da tanto ormai, ieri sera non li ha voluti mettere nella loro scatolina, "li lascio sparsi qui dentro..." mi ha detto e io ho acconsentito per non discutere. Stamani a scuola vedo che ci armeggia, dopo un po' lo vedo schizzare fuori, poi torna mogio, ne ha perso uno, non mi capacito!!! Dice che li ha tirati fuori mentre camminava gli dico che prima sul banco li ha visti tutti e due, ma lui niente non mi ascolta...insomma come devo fare con questo svampito!!! E' riuscito a perderli prima di partire!! Cosa riporterà indietro? La testa, solo perché ce l'ha attaccata al collo!!! Non so che dire!

sabato 14 aprile 2007

Che nottata ragazzi!!!

Ieri sera cena con i colleghi di Mauro, cucina casalinga toscana, mi sono limitata ma....
I bimbi erano con il mio babbo, che abita nella nostra stessa casa, li ha portati con se ad uno spettacolo, sono tornati a mezzanaotte, dopo di noi, e non dico altro.
Lavati, stirati, pigiamati e messi a letto mi sono sdraiata, ma non riusivo a prendere sonno, ho spento quasi all'una.
Mi sveglio di soprassalto, cos'è? Il piccolo tossisce, aspetto un po' magari è solo un attimo, ma lui non la smette, accendo e vado a vedere, ma per vedere mi servono gli occhiali, non li trovo, sono caduti e senza occhiali non vedo e non li trovo, alla fine ce la faccio, sono le due e qualcosa, e lui continua a tossire: prima dose di sciroppo.
Lo rimbocco aspetto un attimo, piccoli colpi, ma sembra più calmo, torno a letto e sto attenta a dove metto gli occhiali
Sento il sonno che pian piano si impossessa di me, ma di nuovo il piccolo comincia il suo concerto: è staziante. Vado di nuovo da lui e gli preparo la tisana di miele (in realtà è solo acqua calda e molto miele ma noi la chiamiamo così), di nuovo torniamo a letto, ma niente, mi alzo ancora e gli aggiungo un cuscino, quando sta su non tossisce, è il muco che ha nel naso che gli va nella gola allora spay per tenere il naso libero, ma niente tossisce ancora, e adesso dice che ha mal di pancia e voglia di vomitare, ma non vomita. Lo porto nel letto con me, lo metto seduto invece che steso e vediamo.
Forse va meglio, forse dormiamo e invece niente, ancora tosse e voglia di vomitare, non è possibile sentivo il suo pancino che brontolava è sicuramente vuoto, ma lo porto lo stesso in bagno.
Si alza anche Mauro, ci siamo dimenticati la puntura per il mal di schiena, la dobbiamo fare!
Commento che mi sento come al "S. Donato" (ospedale di Arezzo ndr).
Mentre lui prepara la siringa io scaldo il latte al piccolo, metto doppia dose di miele, e gli do anche la seconda dose di sciroppo, prima del termine di tutte le operazioni infermieristiche, la pendola batte inesorabilmente le tre.
Tornamo tutti e tre nel lettone e prima di perdere conoscenza sento anche il rintocco della mezza.
Per fortuna Edu, il primogenito, non si è neanche crollato, beato lui.
Stamani mi sento stordita non ho fatto la mia passeggiata e adesso devo fare le pulizie...oooomammma!!!!!

lunedì 9 aprile 2007

Pasqua a casa mia


Ho passato Pasqua a casa.
Non succedeva da tanto.
Avevo previsto pasti parchi, ma poi ci siamo ritrovati sia ieri che oggi a pranzare con mio padre e la sua compagna e abbiamo esagerato.
Però lo spettacolo del giardino in fiore che si ha uscendo fuori rimette al mondo.
Aaaaah casa dolce casa o meglio giardino dolce giardino!!!

sabato 7 aprile 2007

Buon compleanno Amore




Sei la mia guida, il mio sostegno, il mio amore, la mia vita, che la felicità di questi giorni possa accompagnarti per sempre.

Ti amo

Lia

martedì 3 aprile 2007

Gita a Torino




Ce l’abbiamo fatta!!!
Siamo partiti e siamo anche tornati.

Il nostro possente mezzo, un camper di 22 anni chiamato Vasco, anche questa volta ci ha portato in giro e riportati a casa sani e salvi.
Bravo Vasco!!!!
Siamo partiti domenica nel tardo pomeriggio perché, ovviamente, il diavolo ci ha messo lo zampino, ma grazie allo zio meccanico santosubito Giorgio, che ci ha sistemato Vascuccio nostro che aveva un po’ di indisposizione, siamo riusciti a partire, anche se in ritardo.
La prima sera abbiamo dormito presso un’aria di servizio in autostrada, poi le altre sempre in parcheggi nelle varie località. Era da un bel po’ che non lo facevamo, neanche una notte in campeggio, io ho sempre un po’ di timore, ma è stato bello.
I primi tempi che avevamo il camper era sempre così, raramente andavamo in campeggio, mi sembrava normale, non venivo mai presa da quel senso di paura che invece mi attanaglia adesso quando la sera non siamo al sicuro all’interno di un campeggio.
Credo che tutto dipenda dalla presenza dei bambini. La mia paura è che se dovesse succedere qualcosa durante la notte noi non saremmo in grado di proteggere o salvare i bambini.
Vabbe’ passata la paura poi si dorme…anche se non tanto comodamente visto il pessimo materasso.

La prima vera tappa è stata dai nostri amici a Boves (CN) lui aretino emigrato lì per aprire una comunità di Emmaus, sente la mancanza di Arezzo…noooo…sente la mancanza delle salsicce di Arezzo!!! Infatti quando andiamo dobbiamo portare il rifornimento!!!
I bambini erano felicissimi, hanno giocato tutta la sera. E’ incredibile, si sono visti solo 3 volte in vita loro eppure sembrano amici di vecchia data… aaahh i bambini che meraviglia!!!

Seconda tappa: Torino.
Ci siamo fermati per 3 giorni in un parcheggio vicino allo stadio olimpico.
Torino è una bella città, una città regale ed anche molto pulita.
Il mio primo commento è stato “mi sembra Vienna”, le città dove hanno abitato i re, hanno un qualcosa di particolare, di regale appunto.
Vista d’obbligo alla Mole Antonelliana, all’interno della quale c’è il museo del cinema, molto curato, ci è piaciuto. Ma tu lo sapevi che la Mole è nata inizialmente come sinagoga? E che è stata a lungo l’edificio più alto del mondo? E che ancora oggi è l’edificio più alto del mondo costruito con la tecnica tradizionale? No? Bene ora lo sai. :-)
Poi museo egizio… interessante.. du pal… emm… molto bello, in effetti le mummie fanno un po’ impressione, pensare che sono morti e che noi stiamo lì e li guardiamo…mi sembra un po’ morboso…no?
Ho anche trovato un libro del book crossing, trovato si fa per dire… In un locale carino dove siamo andati a mangiare c’era un angoletto con alcuni “libri liberi” ben segnalati e io ne ho preso uno che appena finito di leggere libererò di nuovo.
Poi la cattedrale, la copia della Sacra Sindone (l’originale viene esposta solo negli anni santi), la chiesa di San Giovanni Bosco e dei Salesiani, la Basilica di Superga con la lapide ai caduti del grande Torino, e via per Asti, Acqui terme, e infine casa. Di sabato così abbiamo la domenica per sistemare un po’ di cose e il lunedì si torna al lavoro senza troppi rimorsi per la casa incasinata e il camper da pulire…alla prossima!