venerdì 10 agosto 2007

X AGOSTO

Mi è sempre piaciuta tanto...
purtroppo non la ricordo più a memoria....
per postarla ho dovuto cercarla con google



di Giovanni Pascoli


San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l'aria tranquilla
arde e cade, perché si gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.
Ritornava una rondine al tetto:
l'uccisero: cadde tra i spini;
ella aveva nel becco un insetto:
la cena dei suoi rondinini.


Ora è là, come in croce, che tende
quel verme a quel cielo lontano;
e il suo nido è nell'ombra, che attende,
che pigola sempre più piano.

Anche un uomo tornava al suo nido:
l'uccisero: disse: Perdono;
e restò negli aperti occhi un grido:
portava due bambole in dono.

Ora là, nella casa romita,
lo aspettano, aspettano in vano:
egli immobile, attonito, addita
le bambole al cielo lontano.
E tu, Cielo, dall'alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d'un pianto di stelle lo inondi
quest'atomo opaco del Male!


1 commento:

Anonimo ha detto...

ciao cara,letto il forum..scusa l'O.T. sul tuo blog ma volevo farti sapere che
che ho ancora il tuo numero...
non so se riuscirò a venire là perchè A. stà lavorando come un matto..ma se ce la facessi ..te lo farò sapere...
mbciù , un bacione e ...se puoi dì una preghierina anche per me là in quel benedetto luogo così santo, ho La Verna nel cuore!
GRAZIE amica mia, un bacione coniglio