domenica 7 settembre 2008

Lallevamento di zanzare

Gli oleandri che avevo portato dalla Corsica hanno fatto delle belle radici, quando sono andata a prenderli per interrarli mi sono accorta che nell'acqua si muovevano piccoli esserini, ho guardato meglio e le ho riconosciute!!! Schifosissime larve di zanzara!!!!! Ecco perché in questi giorni in casa c'erano sempre zanzare anche se stavamo attentissimi a non lasciare aperte le finestre... le stavamo allevando!!!!
Ho preso il barattolo e l'ho rovesciato nella vasca dei pesci che hanno fatto festa!!!!


venerdì 5 settembre 2008

Chiuso il Forum del ruggito del coniglio

Non ci posso credere volevo salutare i miei amici del forum, visto che con l'inizio della trasmissione, lunedì, ero certa dell'arrivo dell'ormai da tempo temuta chiusura e non ho fatto in tempo!!!! :'''''((((((
Posso ancora leggere i post, ma non mi fa rispondere!!!!!!!!
BRUTTI CATTIVI E IGNORANTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Già ero delusissima del trattamento ricevuto dalla redazioen Rai quando ho cercato di prenotare per partecipare all'ultima puntata (il giorno del mio anniversario di matrimonio) non sentivo neanche tanto la mancanza dei due coniglioni e questo mi ha dato un ulteriore colpo....

giovedì 7 agosto 2008

Ieri sera

Come ogni anno la sera che precede la festa patronale vengono fatti i fuochi d'artificio.

Ieri sera abbiamo fatto un po' di casino con gli orari e ce li siamo persi, ma un amico del gruppo astrofili di Arezzo mi ha mandato delle foto che hanno scattato da piazza grande.



Eccomi di ritorno

Il viaggio in Corsica ci è piaciuto molto.
Le traversate (anda e rianda) sono state tranquille, il mare era calmo e i bracceletti contro la nausea sono stati bravi.
L'isola è davvero bella, i paesaggi stupendi e la natura ancora abbastanza selvaggia.

I Melotti non sono stati traumatizzati dal taglio della treccia e il
consenso per il nuovo look è stata unanime.

Certo il ritorno al lavoro è sempre tragico...con questo caldo poi.... ma per fortuna oggi è il patrono e quindi si fa festa, la prossima settimana è pure corta per via di ferragosto, quella dopo porto i bambini qualche giorno a La Verna in campeggio...beh poteva essere decisamente peggio.

Ho riportato tante cosine dei ricordi, quelle di cui parlavo nel meme a cui mi ha invitato Valverde sulle 6 cose che mi piacciono.
Due rametti di oleandro che messi nell'acqua stanno

facendo già le radici e quindi credo che riuscirò a farne delle belle piantine.


Due tralci di piante grasse che ho messo nel vaso spero che prendano di solito lo fanno senza problema.


Diversi sassi di forme e colori e dimensioni diverse.


Due rametti secchi con attaccati dei semi che non avevo mai visto.
Qualche cosetta comprata tra cui un asciugamano con testa corsa.

Proprio un bel bottino direi...


sabato 19 luglio 2008

Ci ho dato un taglio

E la treccia non c'è più!!!!
Vi potrà sembrare un fatto da poco, ma per me è stata una grossa decisione.
Sono anni...anni...anni... che porto i capelli lunghi...lunghissimi, qualche tempo fa li ho un po' accorciati, ma roba da poco, questa volta ci ho proprio dato un taglio.
Non ne potevo più...e anche loro del resto erano abbastanza stressati, comunque ho detto al parrucchiere di tagliarli più del solito e lui tra un'aggiustatina lì e una scaltina là e una pareggiatura su e una giù... non siamo certo ai livelli di Api e Maf... ma sono più corti di quelli di Luana, tanto da far restare a bocca aperta quelli che mi stanno vicino gli amici e i colleghi che non mi avevano mai vista con i capelli così corti, in effetti non li avevo più avuti da quando avevo 16 anni.
Il verdetto comunque è stato unanime: "Stai benissimo!!!"
Emmenomale che sollievo!!!
Adesso dobbiamo vedere la reazione dei Melotti che stanno al mare con degli amici...domani lo sapremo!
Ricordo che quando la mia mamma si tagliò i capelli, quando io era ragazzina, (e li aveva lasciati più lunghi dei miei) ci rimasi malissimo non mi sembrava più la mia mamma, è vero che lei ci aveva aggiunto anche un carico da undici facendosi di un biondo rossiccio inverosimile....comunque... speriamo bene.
Confido nel fatto che presi dall'euforia delle vacanze e del viaggio in traghetto per andare in Corsica, non ci facciano troppo caso.

venerdì 11 luglio 2008

Ladri di lombrichi

Oggi voglio fare concorrenza a Valverde.




Avevo notato un'upupa intorno a casa mia tante volte, ma appena sentiva un...niente, un muoversi di foglia volava via dando per altro uno stupendo spettacolo di se.
Stamattina invece erano in due e hanno continuato imperterrite a tirare su lombrichi e mangiarseli.
Muovendomi stile pantera rosa sono andata a prendere la macchiana forografica e ho cercato di avvicinarmi per immortalarli, una si è impaurita ed è volata via. L'altra è rimasta un attimo immobile a scrutare verso di me, poi ha continuato il suo pasto e si è lasciata fotografare...




Direi che l'upupa è un uccello stupendo....


sabato 28 giugno 2008

Meme delle 6 cose

Finalmente posso raccogliere l'invito che mi hanno fatto Valverde dal suo pollaio e Arsenia a fare questo meme.

1° cosa: mi piacciono le storie.

Avevo cominciato pensando, mi piacciono i film, ma poi...anche i telefim, ma anche i libri, le fiabe, insomma ho deciso di scrivere "le storie" perché mi piace tutto ciò che è raccontato, dai post dei blog, alle storia di vita vissuta che si trovano sulle riviste femminili, passando attraverso ad una serie quasi infinita di cose, senza dimenticare le cose che ci raccontiamo tra amici quando ci incontriamo.

2° cosa: mi piacciono i giochi.

Evidentemente sono ancora una ragazzina dentro, visto che mi piace un sacco giocare, i giochi da tavolo, i videogiochi, giocare con i bambini, e con gli adulti. Mi piace partecipare alle canzoni senza senso che si cantano all'oratorio facendo i gesti, che hanno anche un nome ma ora sinceramente non mi ricordo.

3° cosa: mi piace cucinare.

Però non la pastasciutta di tutti i giorni, mi piace cucinare quando devo fare qualcosa di particolare. Quando ci sono ospiti, e ancora di più quando mi capita di dover cucinare per tante persone, come le volte in cui mi hanno chiesto di organizzare le cene dell'associazione con 100-120 persone a tavola. Pensare il menù, calcolare le quantità, organizzare il lavoro.... che bello!

4° cosa: mi piace la campagna.

Mi piacciono le mie piante intorno a me, il mio orto, anche se poi le erbacce me lo riempiono, la mia vasca delle ninfee e dei pesci, che adesso ho raddoppiato. Ma ancora di più mi piacciono gli odori della terra bagnata, dell'erba tagliata, dei vasi quando li annaffi. I canti degli uccellini.

5° cosa: mi piaccione le cose che mi ricordano qualcosa.

Quando vado da qualche parte mi piace riportare qualcosa, non necessariamente comperata...anzi... può essere un sasso che adesso se ne sta bello bello a ricoprire la vasca dei pesci o a formare il vialetto, può essere un tralcio messo sotto che adesso è diventato una bella pianta, un ramo secco un po' strano che metto nel presepe, un fiore messo a seccare tra le pagine del libro che leggo in quel momento...ecco mi piacciono le cose.

6° cosa: mi piace la musica

Ovviamente mi piace ascoltarla.... Ma mi piace così tanto che ho voluto imparare anche a suonarla, e a quasi e ribadisco QUASI quarantanni sono andata a scuola di chitarra, con risultati altalenanti, ma per me prendere la chitarra e stimpellare qualcosa è bellissimo, anche se lo faccio da sola per non straziare troppo gli altri.

wow ce l'ho fatta! Dunque le regole mi impongono di invitare altri 6 blog, ma ne conosco così tanti? boh ...non credo allora facciamo così: invito Valverde a farlo ancora, se vuole, visto che 6 cose le sono rimaste strette e avrebbe voluto scriverne ancora.
Poi invito Mafalda, Api, la Patty-ladygabibba e Luana se hanno voglia e tempo. Vabbe' dai sono 5 comunque chiunque altro abbia voglia di aggregarsi faccia pure.

Regole : citare il blogger che vi ha invitato.
Scrivere le 6 cose che più vi piacciono.
Invitare ( scrivendolo nei loro blog ) altri 6 bloggers o più a partecipare a questo meme!

lunedì 16 giugno 2008

Omamma....

Cavolo quanto tempo che non scrivo, povero il mio blog abbandonato a se stesso.
Purtroppo questo periodo è davvero pieno, non riesco a stare dietro a tutto, qualcosa purtroppo resta indietro.
Mi devo ricordare di fare il mame a cui mi hanno invitato Val e Arsenia, ci ho già pensato devo solo trovare il tempo di scrivere il tutto (per quanto riguarda invece quello delle foto, sempre di Val, non ci sono molte speranze...).
Siamo stati fuori 3 giorni, anzi 2 e mezzo e al ritorno ho trovato le formiche in casa che entravano belle belle dal terrazzo, e quindi disinfestaziono di cucina e terrazzo; i cani sono andati a raspare tra i sassi della vasca dei pesci e facendone cadere una parte e distruggendo le piantine che avevo messo e cresciute con tanta fatica, per non parlare delle violette su cui sono caduti i sassi....ggrrrr.... mi ci vorranno delle ore per risistemare tutto!!!!
Vabbe' pazienza.
Fine della tregua devo andare a prendere i bambini....

lunedì 5 maggio 2008

Oggi è il 5 maggio

Ei fu siccome immobile
dato il mortal sospiro
stette la spoglia immemore
orba di tanto spiro...

Ecco l'ho detto!!!
Non me ne ricordo più e non ho voglia di andare a cercarla :-PP

domenica 20 aprile 2008

Com'è piccolo il mondo!

Figuriamoci l'Italia!
Ieri mi arriva un sms dalla mia amica Maf di Bologna che mi chiede se conosco Tizio, di Arezzo, trapiantato a Padova che ha lavorato così e cosà, che stava parlando all'assemblea della sua ong.
Sorrido, è un carissimo amico di famiglia, diciamo che si il mio Amore è così in parte lo è anche grazie a lui, c'è stato un breve scambio di messaggi terminato con un "credo si a nata una bella amicizia".
Io purtroppo l'ho frequentato poco perché si è trasferito appena l'ho conosciuto, ma so che persona straordinaria sia e non stento a credere che Maf lo abbia accolto subito tra i suoi amici e lo stesso vale per lui, ne sono certa.
Stamani mentre sfaccendavo mi è tornata in mente questa cosa, e mi ha messo allegria pensare che ieri a Bologna c'erano due nostri amici, di due città diverse, ma entrambi legati ad Arezzo per motivi diversi, che si sono conosciuti e che per qualche minuto hanno pensato a me e alla mia famiglia.
E' proprio piccolo il mondo!!!!!! Nonché bellissimo e spesso sorpendendente!

venerdì 18 aprile 2008

Saggezza popolare

Mi ha svegliata la pioggia battente alle 6:30 (mezz'ora prima della sveglia...grrr...).
Finite le mie abluzioni mattutine però non pioveva più.
Alle 7:45, preparati i melotti usciamo, il cielo è azzurro e il sole splende, inforco il mio motorino e parto fiduciosa in una splendida giornata, ma... girato l'angolo l'occhio si appoggia sul monte Lignano … la vetta sembra un cono gelato con lo sbuffo di panna e mi è venuto in mente un vecchio detto “Se Lignano ha il cappello aretino prendi l’ombrello”.
Tzè, ho pensato, con questo cielo terso figurati se oggi piove!
Sono passate solo due ore e il cielo è di nuovo grigio e il sole riesce a stento a fare capolino ogni tanto…non ci posso credere che si prospetta di nuovo una grigia giornata di pioggia, dopo il saluto mattutino di quello splendido cielo azzurro come gli occhi del mio melottopiccolo!!
Aggiornamento a stasera.

mercoledì 16 aprile 2008

15 aprile 2008....

Che amarezza....

mercoledì 9 aprile 2008

A Franco Bettoli: grazie

Tutta Emmaus Italia è in lutto per la grave perdita che ha subito:

venerdi mattina 4 aprile 2008
è deceduto FRANCO BETTOLI
responsabile della Comunità Emmaus di Arezzo e già Presidente per molti anni di Emmaus Internazionale.

"Lo onoriamo continuando nel nostro impegno quotidiano a favore di chi più soffre sapendo che è così che lui vorrebbe essere ricordato."

tratto da intervista a radio 2001 romagna maggio 1988

"Franco c'è un messaggio che Emmaus vuole dare a tutti noi?"
"che non ci sarà mai pace nè giustizia finché i deboli e i poveri vengono esclusi dalla società. Se i gruppi degli uomini pensano solo ad arricchirsi, se scelgono di servire i più forti, sono destinati al fallimento..."


Un abbraccio forte a Margit... l'amore che avete distribuito per il mondo tornerà verso di te e ti sosterrà in questi momenti di solitudine e dolore.



lunedì 31 marzo 2008

Frasi

Una mia amica stava cercando delle frasi per compilare un libriccino per i 18 anni della figlia, ha trovato questa e me l'ha regalata dicendomi che era per mamme di maschi:

"Sopratutto la gioia selvaggia, questa si me la ricordo e in qualche modo anche tu devi averla percepita: quell'amore senza dubbi e senza competizione che quasi mai una donna riesce a provare per un uomo sortito dal ventre di un'altra."

L. Ravera

sabato 22 marzo 2008

buona pasqua


Figlio mio, dice il Signore, conosco la tua miseria,
le lotte e le tribolazioni della tua anima,
so la tua debolezza e le infermità del tuo corpo.
I tuoi cedimenti e i tuoi peccati,

ma ti dico lo stesso:
Dammi il tuo cuore, amami come sei!
Se aspetti di essere Santo per abbandonarti all'Amore,
non amerai mai.
Amami come sei ...In ogni istante e in qualunque situazione tu sia.
Voglio l'amore del tuo povero cuore;
se aspetti di essere perfetto, non mi amerai mai.
E' il canto del tuo cuore che mi interessa
perché ti ho creato per amare.
In tutto ciò che vivi, nel fervore o nell'aridità,
nella fede o nell'abbandono, amami così come sei.
Figlio mio, lascia che ti ami, voglio il tuo cuore.
Amo in te anche la tua debolezza,
amo l'amore dei poveri e dei miserabili;
voglio che dai tuoi cenci salga continuamente un gran grido "Gesù Ti Amo".
Non ho bisogno né della tua scienza, né del tuo talento.
Una cosa sola m'importa, di vederti lavorare con amore.
Oggi sto alla porta del tuo cuore come il mendicante, Io il Re dei Re!
Busso e aspetto; affrettati ad aprirmi.
Conto su di te per darmi gioia.
Non ti preoccupare di non possedere virtù: ti darò le mie.
Quando dovrai soffrire, ti darò la mia forza.
Amami così come sei,
e allora ti concederò di amare
più di quanto tu possa immaginare.

Mons. Lebrun

venerdì 21 marzo 2008

I dolci di Pasqua

Quando c'era ancora la nonna Maria il venerdì Santo si andava tutti da lei e si facevano i dolci e le panine.
La panina era molto particolare, non so l'aveva inventata lei o se qualcuno glie l'aveva insegnata. Fatto sta che era unica, che non l'ho mai trovata, nè a vendere nè a casa di qualcuno, e infatti quando lei se n'è andata quella panina si è estinta.
Io ho provato a riprodurla, ma i risultati sono stati scarsi.
Durante i sui ultimi anni "di attività" noi nipoti eravamo troppo impegnate con il lavoro e con le nostre nuove famiglie per andare da lei il venerdì Santo per aiutarla con i dolci e così quando lei si è ammalata mi sono pentita di questa cosa ed ho rimpianto quei momenti che mi ero persa.
Così qualche anno fa ho deciso che il Venerdì Santo non si lavora si sta a casa con i bambini e si fanno i dolci e...tentativi di panine.
Anche quest'anno ci ho provato, a vederle sono belle, ma chissà come sono venute...domani lo sapremo.
Ho fatto però una piccola modifica alla tradizione dolciaria, e da qualche anno al posto dei soliti dolci ho introdotto la pastiera napoltana...visto, che al contrario delle panine che sono sempre molto deludenti, la pastiera mi viene molto buona la nuova tradizione ha avuto un discreto successo.



E così adesso sono piena di farina, ma sul mio tavolo ci sono due splendide torte che aspettano di essere sbafate.


venerdì 14 marzo 2008

La bomba







Eccola qua.
E' stata per oltre 60 anni sepolta dentro un pilone del ponte di Pratantico. I nostri vecchi lo hanno sempre detto che c'era la bomba sul ponte, ma nessuno l'ha mai cercata.
Poi la prima ruspa ha cominciato a scavare per i lavori di restauro e consolidamento del ponte e il suono metallico che ha fatto raggelare l'operaio non lasciava dubbi: la bomba c'era davvero. Sono arrivati un sacco di espertoni e hanno sentenziato che era una delle più grandi mai ritrovate inesplose: per la precisione solo altre due prima di lei oltre una tonnellata di tritolo!!!
Domani la disinnescano quindi grande evacuazione, io speravo di poter restare a casetta mia e invece la mia casa sta sulla linea del cerchio di 1 km di raggio tracciato sulla piantina.
Domattina alle 8:30 dobbiamo evacuare la zona.
Evvabbe' passera anche questa.

mercoledì 12 marzo 2008

Il premio d eci e lode

La mia amica Valverde mi ha assegnato il premio "d eci e lode"!
Che cos'è?
"D eci e lode" è un premio, un certificato, un attestato di stima e gradimento per ciò che il premiato propone.
Come si assegna?
Chi ne ha ricevuto uno può assegnarne quanti ne vuole, ogni volta che vuole, come simbolo di stima a chiunque apprezzi in maniera particolare, con qualsiasi motivazione sempre che il destinatario, colui o colei che assegna il premio o la motivazione non denotino valori negativi come l'istigazione al razzismo, alla violenza, alla pedofilia e cosacce del genere dalle quali il "Premio D eci e lode" si dissocia e con le quali non ha e non vuole mai avere niente a che fare.

Dunque siccome da regolamento la prima, e soltanto la prima, volta che si riceve il premio si deve nominare almeno un blog a cui assegnarlo adesso devo assegnare il mio...mmm...trovo la cosa molto difficile anche perché io di blog ne leggo veramente pochi.

Vorrei cominciare da Arsenia http://quarantennepercaso.splinder.com/ ed Api http://labelladdormentata-aurora.blogspot.com/index.html con la stessa motivazione: oltre ad averle conosciute lo stesso giorno leggere le loro pagine mi ha dato lo spunto e soprattutto il coraggio di aprire il mio blog.
Mafalda e il suo Brasile http://www.mafaldabrasil.blogspot.com/ Perché è una donna come avrei voluto essere io, con le palle, e invece io sono così e di Mafalda ce n'è una sola...
la Patty http://gabibba.splinder.com/ perché il suo blog è il più simpatico e il più colorato in cui mi sia imbattuta, e mi mette sempre un po' di allegria.

infine voglio dare il premio anche a Valverde http://cronachedalpollaio.blogspot.com/ non per ricambiare, ma perché ha detto per un sacco di tempo che non era capace ad aprire un blog, ma che le sarebbe tanto piaciuto farlo e poi quando c'è riuscita ha fatto un lavoro stupendo, e ha scritto più lei in un mese (cose bellissime vorrei sottolineare) che io in un anno...che invidia...

Le regole:

1. Esporre il logo del "Premio D eci e lode", che è il premio stesso, con la motivazione per cui lo si è ricevuto. E' un riconoscimento che indica il gradimento di una persona amica, per cui è di valore (nel post originario c'è il pratico "copia e incolla");

2. Linkare il blog di chi ha assegnato il premio come doveroso ringraziamento;

3. Se non si lascia il collegamento al post originario già inserito nel codice html del premio provvedere a linkarlo (nel post originario c'è il pratico "copia e incolla");

4. Inserire il regolamento (nel post originario c'è il pratico "copia e incolla");

5. Premiare almeno 1 blog aggiungendo la motivazione.

Queste regole sono obbligatorie soltanto la prima volta che si riceve il premio per permettere la sua diffusione, ricevendone più di uno non è necessario ripetere le procedure ogni volta, a meno che si desideri farlo. Ci si può limitare ad accantonare i propri premi in bacheca per mostrarli e potersi vantare di quanti se ne siano conquistati.

Si ricorda che chi è stato già premiato una volta può assegnare tutti i "Premio D eci e lode" che vuole e quando vuole ( a parte il primo), anche a distanza di tempo, per sempre. Basterà dichiarare il blog a cui lo si vuole assegnare e la motivazione. Oltre che, naturalmente, mettere a disposizione il necessario link in caso che il destinatario non sia ancora stato premiato prima.

martedì 11 marzo 2008

anobii.com

Il tempo che dedico alla rete è veramente poco e per questo tendo a restare nei luoghi che già conosco, ma quando trovo link sui blog delle mie amiche vado sempre a dare un’occhiata… si sa la curiosità è femmina! E così ieri ho scoperto anobii. Certo sarebbe bello riuscire a catalogare i libri che ho, che mi sembrano un’infinità, ma poi confrontandomi con altri mi accorgo che c’è chi sta peggio (o meglio) di me! :-D
Comunque fatto sta che mi sono registrata come Melaruggente, poi... chi vivrà vedrà!

martedì 4 marzo 2008

Inaudito: sono stata fregata da mio marito!!!!

Giovedì sarà il mio compleanno.
Sono anni che Mauro arriva sempre all'ultimo minuto per comprarmi il regalo, non capisce i miei messaggi e finchè a mezzogiorno del 6 non glie lo dico proprio...niente, ma siccome a me piaccione le sorprese aspetto di vedere cosa si inventa.
Quest'anno mi ha fregato alla grande.
Si è inventato tutta una manfrina per trascinarmi a Firenze.
Ha sistemato i bambini da un'amica (che si stava per tradire e rivelarmi il tutto), e siamo partiti. Devo dire che ero un po' perplessa, su questa sortita a Firenze, ma non ho detto niente, mi aveva troppo lusingata con l'idea di un pomeriggio da fidanzatini che non ho fatto troppe domande. Quando siamo arrivati sul posto mi sembrava tutto strano, lui che andava da una parte all'altra un sacco di gente...il teatro Verdi...ma non avendo per niente voglia di pensare mi sono lasciata condurre senza dire niente.
Mi ritrovo con in mano un volantino ci butto l'occhio velocemnete senza l'intenzione di leggerlo, ma il faccione di Cristian De Sica che mi sorrideva tra le mani non mi lasciava più dubbi: ero stata buggerata.
"Mi hai fregato!" ho esclamato guardandolo e lui tutto gongolante mi ha risposto di sì.
Lo spettacolo è stato bello, lui è bravo e i musical a me piacciono, a Mauro un po' meno, quindi il regalo è stato doppio...anzi triplo se aggiungiamo la sorpresa veramente riuscita.

giovedì 28 febbraio 2008

Sono diventata cattiva?

Oppure sto solo invecchiando e come tutti invecchiando si diventa più egoisti…
Da ottobre al lavoro si è creata una situazione davvero difficile, che tra l’altro io avevo preannunciato, ma senza essere ascoltata.
Ieri al termine di una riunione io ho perso le staffe e stavo per sentirmi di nuovo male come era già successo ad ottobre. Poi sono riuscita a calmarmi, ma stamani la responsabile ha voluto continuare la discussione, ed io sono rimasta ferma e zitta me ne sono fregata di tutti, finché non è stato di nuovo toccato il tasto dolente, quindi ho detto quello che pensavo, scatenando le ire di una collega che mi è carissima, e che sapevo che si sarebbe sentita male, come in effetti è accaduto. Ma in quel momento non mi è interessato, avevo bisogno di dire certe cose e le ho dette, ma poi anche lei ne ha dette a me, ma soprattutto agli altri, finalmente, abbiamo messe le carte in tavola, anche se credo servirà a poco.
Insomma lei si è sentita male, più del solito, e io… sono rimasta fredda e indifferente… all’inizio, poi mi sono pentita e sono andata a chiederle scusa, lei ha detto che non ce l’aveva con me.
Ma adesso che lei è andata a casa io ci sto pensando, si mi dispiace un po’, ma in fondo mi sento tranquilla e mi sembra che non me ne importi più di tanto, mi devo sentire cattiva? Non lo so…forse un po’, ma in questo momento preferisco che sia lei a sentirsi in quel modo, che io conosco così bene, mi sto facendo la corazza…in fondo meglio così…

sabato 16 febbraio 2008

Bello il giardino, MA CHE FATICA!!!

Certo in questa casa ci stiamo un po' strettini, ma quando si esce fuori....mmm...che meraviglia!!!
Però poi ti guardi intorno e ti accorgi che certe piante sono un po' troppo...diciamo cresciute? stanche? qualcuna si appoggia!

qualcun'altra si allarga un po' troppo, tra un po' entra in casa....

C'è voluto una settimana per ridare un po' "di verso" al tutto e non sono certa che ci siamo riusciti poi tanto, di certo adesso c'è molta più luce.

Però ancora chissa quando ci vorrà per mettere a posto tutto....

Cominciare abbiamo cominciato al resto ci pensiamo al ritorno...

Adesso si carica il camper e si parte la Svizzera ci aspetta!!!!

giovedì 14 febbraio 2008

Qui è in attoi il sit-in di solidarietà per le donne

Ho sentito al giornale radio che oggi pomeriggi nelle maggiori città italiane verrà messo in atto un sit-in '' contro l'azione violenta e ingiustificata perpetrata ieri al Policlinico Federico II di Napoli''.

Io non potrò andare e quindi faccio qui il mio piccolo sit-in.

Sono incazzata nera!!!!

Gli uomini sono sempre pronti a tuffarsi a pesce sulla vita delle donne!!

BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Pensassero al loro di utero, non ce l'hanno, e allora che si rassegnino!!!!!!!!!!!!


Io lavoro in un ufficio pieno di bambini nati disgraziati e deformi, e molte delle povere mamme vengono pure lasciate dai mariti vigliacchi che dopo aver visto che vita li costringe a fare quel figlio li lasciano, e costringono le mamme oltre che ad una vita di sacrifici, anche alla solitudine, perché sarà praticamente impossibile trovare un altro uomo che non sia vigliacco e accetti certi bambini, oltretutto non suoi!!!!

Perché gli uomini si possono liberare dei loro figli quando vogliono e le donne no?!?!?!?


Ma c'è un uomo che si immagina solo lontanamente cosa potesse provare quella mamma a dire addio ad un fglio ancora non nato?

A me viene da piangere ogni volta che ci penso.

Voglio un altro figlio con tutta me stessa, ma mi terrorizza il fatto di trovarmi nella situazione di quella povera donna...cosa farei se accadesse anche a me?


Infine:
IO NON VOGLIO ABORTIRE, MA VOGLIO CHE QUALUNQUE DONNA SIA LIBERA DI FARLO!!!!!
E la legge deve permetterglielo!

giovedì 31 gennaio 2008

Oggi San Giovanni Bosco

Fino a qualche anno fa appena sapevo chi fossero i Salesiani e cosa facessero.
Quando arrivarono a San Leo e fu loro affidata la nostra Parrocchia cominciai a capire piano piano quali grandi cose facessero.
Da qualche anno, vista anche la frequentazione dell'oratorio da parte dei bimbi, ho imparato a conoscerli e a partecipare alla vita dell'oratorio in modo sempre più attivo.
San Giovanni Bosco ha creato una cosa bellissima e una grande risorsa per i nostri ragazzi.
Stasera ci sarà una piccola festa per gli operatori e i volontari dell'oratorio e per la prima volta parteciperemo anche noi, ne sono molto felice mi sento parte di un'altra grande famiglia.

Grazie Don Bosco.


RALLEGRATEVI SEMPRE VI VOGLIO FELICI
è quello che diceva Don Bosco ai sui allievi ed è quello che è scritto all'ingesso del nostro oratorio, mi piace questa frase perché i ragazzi devono essere felici!!!

[Grande apostolo dei giovani, fu loro padre e guida alla salvezza con il metodo della persuasione, della religiosità autentica, dell’amore teso sempre a prevenire anziché a reprimere. Sul modello di san Francesco di Sales il suo metodo educativo e apostolico si ispira ad un umanesimo cristiano che attinge motivazioni ed energie alle fonti della sapienza evangelica. Fondò i Salesiani, la Pia Unione dei cooperatori salesiani e, insieme a santa Maria Mazzarello, le Figlie di Maria Ausiliatrice. Tra i più bei frutti della sua pedagogia, san Domenico Savio, quindicenne, che aveva capito la sua lezione: “Noi, qui, alla scuola di Don Bosco, facciamo consistere la santità nello stare molto allegri e nell’adempimento perfetto dei nostri doveri”. Giovanni Bosco fu proclamato Santo alla chiusura dell’anno della Redenzione, il giorno di Pasqua del 1934. Il 31 gennaio 1988 Giovanni Paolo II lo dichiarò Padre e Maestro della gioventù, “stabilendo che con tale titolo egli sia onorato e invocato, specialmente da quanti si riconoscono suoi figli spirituali”. ]




Ieri: giornata pessima

Che giornataccia!!!!
Un sacco di cose da fare, e poi guai caduti a caso per tutta la giornata. Per ultimo, come a concludere la giornata, come la ciliegina sulla torta: il danno economico, proprio in questo periodo in cui siamo pieni di spese!!!
Sono stata incaricata, o meglio mi sono offerta, di raccogliere le offerte che i soci del gruppo di volontariato di cui faccio parte avevano raccolto nel periodo natalizio e di inviarli alla sede nazionale, ieri sono andata a prendere le ultime 3 buste e quando sono arrivata a casa ne avevo solo 2, evidentemente la terza l'ho persa. Ho rifatto tutto il perscorso l'ho cercarta ovunque, ma niente. Non sapevo neanche quanto ci fosse dentro ho dovuto chiamare la persona e farmelo dire per rimetterli: 100 EURO!!!!!!!!
Cavolo se proprio doveva succedere proprio quella con più soldi dentro?!?!?!?
Uffi...
Poi prima di andare a dormire sono andata in cucina a mettere in frigo la panna cotta che avevo preparato per la cena di stasera, e m'è caduta....solo un po' per fortuna...
Dopo tutto quello che mi è successo ieri stamani mi sento un'idiota!!!!

venerdì 25 gennaio 2008

Venerdì sera

Stasera c'è l'assemblea annuale del gruppo astrofili...non ho per niente voglia di andare, ma andrò.

Mauro ha portato Edu alla partita di basket, col mal di testa che mi sta arrivando non credo che avrei sopportato il frastuono del palazzetto, ma non credo che mi tratterò molto neanche all'assemblea.

Adesso faccio un salutino alla chat del ruggito e poi vado.

domenica 20 gennaio 2008

Domenica bestiale, ma no via!

Stamani la sveglia prima delle 9 è data dalla vocetta acuta del mio secondogenito che non riesce a parlare sottovoce.
Colazione, poi i ragazzi si avviano alla chiesa, dopo poco li raggiungiamo anche noi portando la piccola vicina.
Per il pranzo andiamo dalla Mamma di Mauro, che non si riprende ancora dai malanni dei suoi quasi 81 anni.
Portiamo noi il pranzo. Arriviamo lì, ma non si sono ricordati di mettere l'acqua per la pasta, si pranza dopo l'una, ma la mia cucina non sembra convincere troppo.... pazienza.
I nonni vanno a letto io rigoverno e dopo dieci minuti di relax andiamo: Edu ha la partita di minibasket.
Mauro mi porterebbe anche a casa, ma no, mi va di vedere la partita... prima... poi dopo il 12 per noi settanta e rotti per loro ... magari potevo anche essere venuta a casa.
Durante al tragitto palestra-casa: prendiamo un film? no, giochiamo...ufff...era meglio un film, mi astengo dal gioco, e quindi mi toccano i panni: stendi il bucato, ritira il bucato, mettine un alto in lavatrice...BASTA!!!!
Adesso relax davvero, anche se di cose da fare ne avrei tante...

domenica 6 gennaio 2008

L'epifania tutte le feste si porta via

Alcuni Magi giunsero da oriente ...

...

...Ed ecco la stella che avevano visto nel suo sorgere li procedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa videro il bambino con Maria, sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso, e mirra

Mt 2 9-12



I re Magi erano nobili pellegrini o re provenienti dall'Oriente, che studiavano le stelle.
Seguirono una cometa che avevano associato alla nascita del "re dei Giudei".
Secondo un vangelo apocrifo i loro nomi erano Gaspare, Melchiorre e Baldassarre e fu Papa Leone Magno che ne fissò il numero a tre.
Il numero tre permette di identificare i Magi con le tre razze in cui si divide l'umanità e che discendono, secondo l'Antico Testamento, dai figli di Noè.
I Magi portarono a Gesù Bambino tre doni che simboleggiano la sua duplice natura di essere umano e di figlio di Dio:
l'oro, il dono riservato ai re,
l'incenso, usato per adorare l'altare di Dio
e la mirra, il balsamo per i defunti.
I teschi dei Re Magi, con le corone d'oro ingioiellate, sono tuttora tra le reliquie della cattedrale di Colonia.

mercoledì 2 gennaio 2008

Buon Anno

A tutti coloro che sono nel mio cuore.
Agli amici più cari
Ai più vicini
Ai più lontani.
A quelli che ci sono entrati per un attimo
A quelli che ci stanno da una vita,
A quelli che ho dimenticato
A quelli che non potrò mai dimenticare.
A chi mi ha fatto sorridere
Gioire
Ridere a crepapelle
Sussultare
Preoccupare
Arrabbiare
Urlare
Piangere e soffrire.
A chi mi ha fatto sentire al centro del mondo
A chi mi ha ignorato come se io non fossi in questo mondo
A tutti coloro che vivono per gli altri.
E a tutti coloro che vivono nonostante gli altri.

BUON ANNO