giovedì 23 luglio 2009

La citta

Sono quasi due mesi che Matilde è arrivata, ma ancora faccio fatica a pensare al femminile.
Spesso mi capita, ci capita, di usare ancora il maschile, del tipo..."prendilo" oppure "non farlo piangere" a me addirittura quando la allatto mi capita di chiamarla Amerigo, anche perchè gli assomiglia tanto.
Comunque è tanto bellina adesso che è cresciuta ha due occhietti furbi stupendi.
Fa delle smorfie incredibili, mi fa schiantare dal ridere, tira fuori la linguina in continuazione, come se assaggiasse l'aria...come fanno le bisce, sopratutto quando ha fame, sonda i dintorni per sentire se c'è in giro una tetta.
Mangia, cresce e dorme abbastanza, insomma è stupenda!!!

Per quando rigarda il parto non è stato così facile come speravo, ma la colpa è stata di quel mannavero di dottore che mi ha visitata al ricovero e della flebo di ossitocina che mi hanno messo per far venire i dolori più forti, è stata davvero terribile. Comunque si è rafforzata in me l'idea che dovrebbero assistere le partorinti solo altre donne possibilmente che abbiano già partorito e che sanno quello che si prova.